La Sacra Scrittura

Le chiavi corrette

per interpretare la Bibbia.

Tutta la Scrittura, Vecchio e Nuovo Testamento, ci porta verso Cristo

Per parlare dell’importanza della Parola di Dio, prendiamo spunto dall’omelia di Papa Francesco di domenica 9 novembre 2019 nella basilica di San Giovanni in Laterano. Durante l’omelia, Francesco ha indicato tre versetti della Sacra Scrittura che ha voluto donare a tutti i presenti. Il primo è il versetto del Salmo responsoriale: “Un fiume e i suoi canali rallegrano la città di Dio”, il secondo è preso dalla prima lettera ai Corinzi: «Nessuno può porre un fondamento diverso da quello che già vi si trova, che è Gesù Cristo». Il terzo è preso dal Vangelo di Giovanni, quando Gesù scaccia i mercanti dal Tempio: “Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato”.

In sostanza il Papa ci sta raccomandando che è ora di fare della Parola di Dio il pilastro fondante della nostra Vita. Il Papa esorta tutti i fedeli a sperimentare che la nostra Persona Spirituale si regge su due gambe: la prima è la Parola, la seconda è l’Eucarestia. Il Papa inoltre esorta tutti i sacerdoti a sostenere i Fedeli per aiutarli a ricevere le “chiavi” interpretative (ermeneutiche) della scrittura.
Nella nostra parrocchia d. Pino ha immediatamente aderito al monito del Santo Padre e, come già fa da molti anni, ha iniziato un ciclo di catechesi volte a dare a noi le chiavi interpretative della Sacra Scrittura. Spesso capita che da soli ci avviciniamo alla lettura del Vecchio, Nuovo Testamento e dei Vangeli, ma non consideriamo che elementi di Storicità, di Lessico e di Cultura allora presenti spesso contrastano la cultura dei nostri tempi per cui cadiamo nell’errore di una personale interpretazione che ci allontana dal messaggio fondante di tutta la Scrittura che è quello di “Portarci a Cristo”. Molti delatori leggono e commentano in modo strumentale i versetti della scrittura poiché non hanno (o non voglio avere) le chiavi interpretative corrette. Un esempio per tutti, i primi undici capitoli del Pentateuco non indicano come è stato creato il mondo, ma ci indicano come arrivare alla casa del Padre Celeste e quindi il perché siamo al mondo e il senso della nostra Vita. Con Abramo Dio è entrato nella salvezza dell’umanità e lo ha fatto con queste chiavi: Lascia la tua terra; Separati dall’affetto dei tuoi Conoscenti; Esci dalla casa di tuo Padre.